I nostri Articoli

I nostri articoli sono disponibili con:

  alimentatori dimmerabili 1-10V, ordinabili con sottocodice 12

  alimentatori dimmerabili DIG, ordinabili con sottocodice 0041

  dispositivo mezzanotte virtuale ordinabili con sottocodice 30

  alimentatori onde convogliate, ordinabili con sottocodice 0078

 

Regolazione 1-10V

Mezzanotte virtuale

Telecomando ad onde convogliate

Telecomando sistemi Wi-Fi (da concordare)

Possibilità di regolazione 10%-100% con sistema 1-10V

Sistema Stand alone con riduzione automatica del flusso

Sistema di controllo gestione e diagnosi punto punto che dell'intero impianto

Sistema di controllo gestione e diagnosi punto punto che dell'intero impianto con tecnologia Wi-Fi

ordinare con
sottocodice -12

ordinare con
sottocodice -30

ordinare con
sottocodice -0078

A richiesta


Oppure alcuni apparecchi possono essere dotati di un dispositivo per la dimmerazione su due livelli di potenza che, preimpostati o programmabili dal cliente, si basano sul calcolo della mezzanotte virtuale. Il dispositivo è integrato nell'apparecchio e non richiede alcuna modifica sull'impianto da parte dell'installatore. L'apparecchio deve essere cablato normalmente con cavo bi-polare (fase+neutro) o tripolare in caso di apparecchio in classe di isolamento I (fase+neutro+neutro).

La commutazione del relay avviene tra 2 contatti di scambio che permettono ai driver di essere in funzione o meno a seconda di come è stato realizzato il cablaggio. La riduzione del flusso luminoso è impostata a 7 ore (valore di fabbrica) e il tutto avviene senza alcun cavo di pilotaggio o fase di controllo. La media tra il periodo di accensione (tramonto) e di spegnimento (alba) del sistema di illuminazione è il punto di riferimento per il dispositivo, e viene indicato come "mezzanotte naturale". Un microprocessore calcola il tempo di commutazione desiderato partendo da questo punto di riferimento. Le impostazioni di fabbrica sono 3 ore prima (circa le 22) e 4 ore dopo (circa le 5) rispetto alla "mezzanotte naturale". La durata può essere facilmente modificata dall'utente finale in qualsiasi momento.

Dispositivo per la dimmerazione su due livelli di potenza di apparecchi a LED.

Per semplificare l'applicazione della luce dinamica, l'apparato può essere programmato durante l'installazione secondo un certo numero di scenari stabiliti che possono essere attivati a tempo dal momento dell'accensione o ad un orario stabilito, oppure a tempo al raggiungimento di una soglia del sensore di luminosità.

 

Una semplice applicazione tipo prevede che gli apparecchi siano controllati da un interruttore crepuscolare esterno che alimenti la linea elettrica; per esempio, all'accensione gli apparecchi funzionano al 100%, dopo 4 ore passano al 75%, dopo 6 ore passano al 50% e dopo 10 ore tornano al 100%. Gli apparecchi sono poi spenti quando il crepuscolare generale toglie corrente alla linea.

Luce dinamica

Per sfruttare appieno le potenzialità di risparmio energetico offerte dai LED, gli apparecchi integrano un sistema elettronico basato su un microprocessore per il controllo del flusso luminoso che consente una regolazione continua dallo zero al 100% con proporzionale risparmio energetico.

 

Questo consente di fare funzionare l'apparecchio d'illuminazione a potenza ridotta per alcune installazioni, secondo periodi programmabili o mediante l'evento di opportuni sensori, per esempio, di luce o di presenza.

 

In particolare, secondo la normativa stradale UNI-11248:2007 è possibile classificare dinamicamente le strade, declassandole fino a due categorie in meno, riducendo il flusso per alcuni periodi della notte quando il traffico è ridotto.

 

La luce dinamica è altresì indicata per zone a scarsa frequentazione, come parcheggi coperti e sottopassi.

Le luci intelligenti di Chiasso